Sindrome da rientro, un problema comune

La fine delle vacanze rappresenta frequentemente un momento “traumatico”, la sola idea di riprendere l’attività lavorativa o scolastica spesso genera pensieri spiacevoli che causano sofferenza, stress, disagio e possono persino rovinare gli ultimi giorni di riposo.
Certo riprendere la vita quotidiana dopo le vacanze è dura per tutti ma c’è chi tramuta questa difficoltà in un vero e proprio malessere psico-fisico. La mente ed il corpo passano improvvisamente da ritmi rilassati, momenti di condivisione e divertimento ad una vita frenetica dovuta agli impegni lavorativi o scolastici.
La “sindrome da rientro” colpisce circa 6 milioni di italiani, è stato stimato che un italiano su dieci possa essere vittima di stress da rientro al lavoro (dati ISTAT).
Non ci sono distinzioni di ruolo, di genere o di occupazione. Chiunque può esserne colpito, sia i lavoratori dipendenti che i liberi professionisti. In definitiva, rientrare al lavoro è faticoso per tutti.

Quali sono i sintomi?

Continue reading “Sindrome da rientro, un problema comune”

Gruppo dei pari: siamo la media delle cinque persone che frequentiamo maggiormente

Il gruppo dei pari è l’insieme di persone che ti circonda, che hai più vicine e con le quali condividi il tuo tempo (soprattutto il tempo libero). Tieni presente che il gruppo dei pari condiziona le tue aspirazioni e le tue convinzioni: se le persone che frequenti più spesso sono “pessimiste” e continuano a parlare di “crisi”, inevitabilmente tu ne sarai condizionato e inizierai a sviluppare atteggiamenti coerenti con queste convinzioni. Vale anche il contrario: se chi ti circonda ha un atteggiamento positivo e costruttivo, inevitabilmente anche tu ne sarai condizionato.

C’è di più: il gruppo dei pari influenza anche i tuoi comportamenti e contribuisce ai tuoi successi (o insuccessi). Infatti, se le persone che ti circondano si aspettano che tu ottenga risultati e che tu “ce la faccia”, farai il possibile (inconsciamente) per dimostrare che hanno ragione e, quindi, i tuoi comportamenti saranno più utili, di migliore qualità. Vale purtroppo anche l’inverso: se chi ti è vicino pensa che tu sia un fallito e che anche questa volta sbaglierai, i tuoi comportamenti saranno di qualità inferiore. Continue reading “Gruppo dei pari: siamo la media delle cinque persone che frequentiamo maggiormente”

Motivazione o auto-motivazione? Questione di scelta

Apparentemente sembra non esserci sostanziale differenza tra le parole motivazione e auto-motivazione; in realtà l’auto-motivazione è una grande capacità di attingere al proprio potenziale e risorse interiori che ci spingono ad agire riconoscendo il nostro valore, senza avere bisogno di conferme dalla società, dagli amici, dai parenti e dalle autorità.
Contrariamente a quello che alcuni pensano, ogni persona ha la possibilità di darsi la giusta motivazione, utilizzando uno strumento potentissimo che ha a propria disposizione: il cervello.

Continue reading “Motivazione o auto-motivazione? Questione di scelta”

Buone vacanze!

Eccoci qui, è estate, fa caldo e finalmente, dopo un anno di lavoro, sei pronto per le FERIE!!!

Hai aspettato questo momento e, sia che tu resti a casa, sia che stia facendo le valigie, è finalmente ora di lasciarti alle spalle la routine lavorativa.

E’ il periodo giusto per staccare dal lavoro e concentrarsi su altro, per ricaricare le energie mentali dedicandoti alle altre passioni della tua vita, alla tua famiglia o a quelle attività che lasci indietro durante il resto dell’anno, fosse anche solo dormire un po’ di più.

Se non vedi l’ora di “staccare”, ricaricare le pile e di prenderti un meritato periodo di riposo, devi assolutamente rispettare alcune regole per evitare di sprecare il tempo a pensare a cosa farai una volta rientrato in ufficio!

  1. Svuota la mente

Se la vuoi liberare devi “svuotare il contenuto” prima di iniziare le tue meritate vacanze. Quindi evita i pensieri del tipo “Quando torno mi devo ricordare di…”; piuttosto fatti un promemoria su cio’ che dovrai fare al rientro.

  1. Goditi i tuoi successi

Prima di partire per le vacanze fai un elenco degli obiettivi che hai raggiunto durante i primi mesi lavorativi dell’anno. È giunto il momento di prenderti un meritatissimo premio!
Il periodo delle vacanze è proprio quello più adatto!

  1. Non portarti l’ufficio in spiaggia

Se la tua attività è chiusa per ferie, allora è chiusa per ferie! Se proprio non puoi fare a meno di avere con te il cellulare aziendale, il pc e altri strumenti lavorativi definisci le regole (orari, strumenti, ecc e rispetta le regole…il mondo va avanti lo stesso!

  1. Definisci i tuoi nuovi obiettivi

Spesso rimandiamo delle cose che vorremmo fare al periodo delle vacanze. Il rischio è quello di non riuscire a fare molto di quello che vogliamo fare per “mancanza di tempo”.
Prima di partire per le vacanze, fai una lista delle cose che vorresti fare in ordine di priorità, così una volta in vacanza saprai da dove iniziare!

  1. Lascia degli spazi vuoti

Vacanze, letteralmente, significa“spazi vuoti”. Prima di riempire tutto lo spazio con attività per far felici altri, ricordati di ritagliare spazi tutti per te, da riempire solo ed esclusivamente con le tue priorità.

Ora sei pronto per rilassarti, divertirti e ricaricare le pile, quindi BUONE VACANZE!!!!!

 

 

Smettila di lamentarti!

Quante volte abbiamo sentito persone che si lamentano continuamente, per un motivo o per l’altro, di quanto difficile sia la loro vita, di quanto duro e complicato sia lottare ogni giorno e di quanta sfortuna avessero.
E quando dico “lamentarsi”, non sto parlando di quei casi nei quali si discute dei problemi nel tentativo di cercare soluzioni; quello è costruttivo ed encomiabile. E non mi riferisco nemmeno a quelle occasioni in cui si condividono le esperienze (comprese le delusioni) con amici o parenti. Dopotutto, parte dell’essere umani è condividere le nostre esperienze e sostenerci a vicenda.
Mi riferisco al tipo di lamentela che è controproducente; ossia lamentarsi e non fare nulla. Continue reading “Smettila di lamentarti!”

Digital detox: cos’è la disintossicazione digitale e perché ne abbiamo bisogno

Oggi la dipendenza dalla tecnologia è una realtà diffusa e impattante tanto quanto le altre dipendenze, come quella da fumo, alcool o droghe.
Il fenomeno della dipendenza da internet negli USA ha già il suo acronimo, ovvero IAD che sta per Internet Addiction Disorder, e anche qui in Italia è molto diffuso: secondo alcune ricerche in media controlliamo il nostro cellulare circa 221 volte al giorno.
Controllare messaggi, notifiche ed email è la routine. Controllarli in eccesso, però, può nuocere alla nostra produttività (e non solo).
La tecnologia, infatti, può condizionare il nostro ciclo sonno-veglia, il nostro umore, il nostro appetito e può innalzare il livello di stress. Continue reading “Digital detox: cos’è la disintossicazione digitale e perché ne abbiamo bisogno”

Come gestire e superare i momenti di ansia

Capita a chiunque di vivere situazioni che generano ansia, ma è necessario riuscire a tenerla sotto controllo per non farsi schiacciare dalle paure e dai timori che minacciano altrimenti di prendere il controllo di noi stessi.

Voglio stimolarti ad utilizzare le risorse che hai per imparare a gestire i tuoi stati d’animo e usarli a tuo favore.
Non fraintendermi, non è un invito a ignorare i problemi, tuttavia finché ti concentri su di essi, non vedrai altro.

Il primo passo per capire come superare l’ansia è rendersi conto che è il risultato di qualcosa che creiamo noi.

“Eh si certo, adesso sono io che mi metto ansia da sola”, starai pensando. Facciamo una prova, vuoi? Continue reading “Come gestire e superare i momenti di ansia”

Come gestire le emozioni?

Saper gestire le emozioni è una delle competenze più importanti che puoi acquisire nella vita. Le emozioni sono nostre risorse ed alleate.
Una delle definizioni più interessanti della parola si ricava dalla parola in inglese E-motion con “E” che sta per energia e “motion“ per movimento, quindi energia in movimento.
La vita di tutte le persone è influenzata per il 90% dalle emozioni che prova.
Nella vita di tutti i giorni, accadono eventi esterni, al di fuori del tuo controllo, che mettono a dura prova il tuo stato d’animo, ma non lo determinano! Ciò che lo determina è come interpreti l’evento esterno e i pensieri che generi! Tutte cose che sono sotto il tuo diretto controllo. Continue reading “Come gestire le emozioni?”

L’importanza di saper decidere

In teoria, prendere delle decisioni dovrebbe essere facilissimo; noi scegliamo o prendiamo almeno una decisione al giorno, ogni giorno.
Allora perché la maggior parte delle volte è così difficile decidere?

Questa difficoltà di assumersi la responsabilità delle decisioni il più delle volte dipende dall’incapacità di gestire paure, angosce e ansie.
Ogni decisione implica un rischio, una rinuncia; per ogni “sì” deve esserci un “no”.

Il fatto di decidere ci costringe a confrontarci con il territorio della PAURA: Continue reading “L’importanza di saper decidere”

Come cambiare abitudini in 4 passi

Sai che più del 40% delle azioni che compi ogni giorno non sono il frutto di scelte bensì di abitudini?
Quando ti sei svegliato questa mattina, cosa hai fatto come prima cosa? La doccia? Hai controllato il telefono? Hai bevuto un caffè? Ti sei vestito?

L’abitudine e’ definita come “una scelta fatta deliberatamente in un certo momento della vita e che poi continuiamo a fare ma senza più pensarci.”
Esempi classi di abitudini sono la strada che fai per andare al lavoro o per accompagnare i bambini a scuola, ciò che compri e mangi, leggere prima di addormentarti, la sigaretta dopo il caffe’ e così via. Continue reading “Come cambiare abitudini in 4 passi”