Come superare il senso di colpa

Senso di colpa

Mi sento in colpa perché…”, quante volte hai mai pronunciato o sentito questa frase?

Il senso di colpa è una delle emozioni più paralizzanti e distruttive che si possano sperimentare; è di fatto un’emozione negativa come la solitudine, il rimpianto, la rabbia.

Sentirsi in colpa è altamente sabotante perché significa che non ci si riesce a riappacificare con sé stessi nel presente, per qualcosa che, invece, appartiene al passato ma che perdura ne tempo.

Il senso di colpa ha origine dal passato, frustra il presente e produce ansia per il futuro.

Emerge in genere quando ci convinciamo di aver creato un danno o un torto nei confronti di qualcun altro o nei confronti di noi stessi.

Per aumentare la nostra qualità della vita è molto importante che questo sentimento venga gestito e superato.

Ecco quindi 5 consigli che ti possono aiutare ad ottenere questo risultato.

  • Cercare di essere obiettivi su ciò che è accaduto

In questi casi può essere utile l’utilizzo di un diario. Scrivendo liberamente ci permette di staccarci dai pensieri e quindi di prendere una posizione distaccata nei confronti del problema in modo tale da essere più obiettivi. In genere si tende a pensare molto bianco o nero, in modo assoluto e continuando a pensare in questo modo il senso di colpa rischia di essere accentuato.

  • Non sentirsi colpevoli della sofferenza altrui

Sentirsi in colpa per la felicità perché c’è qualcuno che è triste è come sentirti in colpa ogni volta che mangi o fai qualsiasi cosa pensando che una persona disagiata in qualsiasi parte del mondo neanche conosce. Significherebbe non vivere più.

Smettere di essere Felici per la sofferenza altrui non aiuta. Anzi, vuoi sapere una cosa? È proprio rimanendo felice che puoi aiutare chi non lo è

  • Provare a rovesciare i ruoli

Chiedersi “Come mi sarei comportato io al suo/loro posto?” può darci modo di vedere valutate la situazione come spettatore esterno. Molto spesso ragioniamo in maniera completamente diversa quando siamo coinvolti in prima persona rispetto a quello che diremo se dovessimo dare un consiglio ad un’altra persona.

  • Andare oltre il senso di colpa a capire che cosa ci sta dietro

Molto spesso le persone si sentono in colpa perché stanno vicino a persone che sono troppo esigenti; quindi è bene andare oltre e capire se il problema è tuo o invece è loro.

  • Saper chiedere scusa e andare davanti

Ammesso e non concesso che ci sia una colpa è importante chiedere scusa, anche a se stessi. 

Non potrai sempre prendere la decisione giusta, dire la cosa giusta e non potrai sempre fare la cosa giusta.  Gli errori sono parte della vita e una componente importante della tua crescita.

Quindi accettali, impara da essi e cosa più importante perdona te stesso per ciò che hai fatto.

Potrai sempre fare meglio la prossima volta 🙂

Il peso del senso di colpa influisce sul corpo, sulla mente e sullo spirito quindi non è sempre un bene liberarsene e imparare a guardare avanti con un’altra prospettiva e con un sorriso.

Il primo passo che ti suggerisco di fare è quello di esplorare i tuoi sentimenti e gli eventi ad essi correlati.

È importante cercare di chiarire cosa provi e che significato hanno queste sensazioni nella tua vita. Se ci sono è perché hanno uno scopo, quindi prova a chiedere a te stesso:

  • di cosa mi sento in colpa?
  • perché?
  • quali ne sono le cause?
  • cosa guadagno dal sentirmi in colpa?
  • in che modo il senso di colpa mi blocca?
  • che effetti ha sulle persone che mi circondano?
  • è ragionevole sentirsi in colpa per questa cosa?

Ora hai 2 possibilità davanti a te:

la prima è quella di prendere in mano la situazione e fare qualcosa per TE

la seconda invece…

è quella di rimanere esattamente dove sei ora ottenendo esattamente quello che hai sempre ottenuto (o forse meno)

La scelta è tua, contattami per iniziare a cambiare prospettiva.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.