L’importanza del coaching in azienda

Team Coaching

Il team coaching può essere considerato come il punto di incontro tra formazione, sviluppo e consulenza.
La sua peculiarità consiste nell’adottare un focus di osservazione attento tanto alla dimensione individuale quanto alle dinamiche di gruppo che emergono nel corso degli incontri.

Ed ecco il perché dell’importanza del coaching in azienda.

La metodologia che caratterizza un percorso di team coaching risponde proprio all’esigenza delle aziende di permettere alle proprie risorse di sviluppare e armonizzare competenze individuali e collettive, indispensabili per l’evoluzione e il successo nei contesti organizzativi.

Gli interventi di Team Coaching sono sempre più richiesti negli ultimi anni. La percentuale di efficacia di un intervento del genere, rispetto ad esempio a un intervento di formazione classico, non fa che aumentare.

Differenza tra team building e team coaching

Anche se entrambe le metodologie accompagnano i gruppi ad agire insieme, non sono sinonimi.

Il Team Building, punta il focus sulla costruzione dello spirito di team e dei suoi valori. Qui gli scopi sono la motivazione di ciascuno di far parte di quella particolare squadra. Ma anche la fiducia e la consapevolezza che è necessario remare tutti nella stessa direzione per raggiungere i risultati auspicati senza la fatica tipica di chi deve remare da solo.

Il Team Coaching, punta il focus sul fatto che tutti i componenti della squadra condividano l’obiettivo da raggiungere. Fondamentale è dunque la definizione dell’obiettivo ma soprattutto l’allineamento. Occorre infatti verificare il livello di consapevolezza di ciascun componente del team in merito all’obiettivo di percorso: come lo vive, come lo considera, quanto impegno e volontà ci vuole mettere.

Con il Team Coaching ci riferiamo ad un piano di formazione aziendale che mira a far diventare un reparto o un gruppo di lavoro più efficace, focalizzato e performante.

Lo scopo è quello di liberare il potenziale di un gruppo, di una squadra, di un’organizzazione. Viene così supportata l’intera organizzazione al raggiungimento degli obiettivi.
Entrambe le metodologie, tuttavia, sfidano le persone ad andare oltre il proprio ego affinchè l’IO lasci il posto al NOI.

Accompagnano, inoltre, alla consapevolezza che Insieme è Meglio perché da soli non sarebbe mai possibile raggiungere quello che è possibile raggiungere aggregandosi e condividendo.

Perché scegliere il Team Coaching

A differenza del coaching individuale, che si concentra sulle esigenze e gli obiettivi del singolo, il Team Coaching si concentra sul Team nel suo complesso dove in generale “l’obiettivo è il miglioramento della performance collettiva”.
Le competenze che un processo di Team Coaching possono essere incrementate sono:

  • Capacità di leadership
  • Capacità di risoluzione dei conflitti
  • Sfruttamento adeguato delle competenze individuali
  • Capacità comunicative
  • Capacità di chiarire obiettivi e visioni comuni
  • Ottimizzazione dei flussi informativi
  • Problem solving
  • Teamworking
  • Raggiungimento degli obiettivi assegnati
  • Maggior motivazione
  • Sviluppo della cultura manageriale
  • Sviluppo dello spirito di squadra, maggiore collaborazione, riduzione dei conflitti nel team
  • Maggiore proattività
  • Maggior autonomia, capacità di assumersi responsabilità e di delegare

Un Team Coach può intervenire in diversi momenti della vita del Team, ad esempio al momento della creazione di un nuovo team, in una specifica fase evolutiva del gruppo di lavoro, in team già esistenti ma che mostrano criticità, in team che acquisiscono nuovi leader, in team già coesi che vogliono mantenersi tali.

Creare un team di successo utilizzando il modello PAEI

Il dott. Ichack Adizes, esperto di gestione e fondatore dell’Istituto Adizes, ha sviluppato un modello che ha aiutato le aziende di tutto il mondo a sviluppare la gestione di un team.
Questo modello è il modello PAEI, acronimo che sta per produttore, amministratore, imprenditore e integratore.

Il modello PAEI è uno strumento indispensabile per mettere insieme un team efficiente ed efficace. Determinando quali competenze e abilità hanno le persone del team si otterrà un gruppo diversificato di persone che lavoreranno insieme in modo più efficace, il che renderà più facile il raggiungimento degli obiettivi.

Questo modello può anche essere utilizzato sul singolo individuo per identificare i proprio punti di forza e di debolezza e quindi isolare le aree che necessitano di sviluppo.
Inoltre, gli individui possono utilizzare il modello per identificare il ruolo che meglio si adattano meglio alle loro attuali abilità e caratteristiche comportamentali.

Cicli di vita organizzativi legato al modello PAEI

Tramite gli studi del dott. Adizes è stata individuata una metodica che permette di conoscere i cicli di vita che ogni impresa attraversa.

Adizes individua dieci fasi che le imprese attraversano nel corso del proprio ciclo di vita che vanno dalla “concezione”(1^ fase) alla “morte” (10^ fase) transitando attraverso “sviluppo”, “maturità”, e “burocrazia” (rispettivamente 3^,5^ e 9^ fase) ed è proprio quest’ultima a determinare il fallimento di un’organizzazione se gli amministratori non riescono a prendere per tempo le decisioni necessarie a riorganizzare l’impresa snellendone la struttura e modificandone i processi.

I risultati del team coaching

Investire in progetti di coaching oggi è più mai strategico per le imprese, non solo quando sono alle prese con riorganizzazioni, ma per essere sempre competitivi e offrire alle proprie risorse la possibilità di sviluppare competenze, metodi efficaci e di conseguenza incrementare la produttività aziendale.

Il team coaching ricorre ad un processo di intervento elaborato: incontri con ciascuno dei membri, valutazione del gruppo, programma personalizzato e sessioni di feedback con il leader del gruppo prima di organizzare qualunque seminario di lavoro, secondo un’ottica di formazione in cui l’apprendimento è basato sull’esperienza.

Il valore aggiunto del Team Coaching è il raggiungimento dell’obiettivo nel pieno rispetto delle opinioni, della crescita e della soddisfazione delle persone coinvolte: ciò permette di sviluppare una reale e positiva sinergia tra i partecipanti, ingrediente fondamentale per sfruttare al massimo il potenziale del Team.

Le ricerche suggeriscono che la progettazione e l’avvio del Team determinano il 60% delle prestazioni del Team medesimo, il riallineamento interviene per il 30% delle prestazioni mentre la parte conclusiva incide circa per il 10%.
Inoltre, rivolgendosi contemporaneamente ad un numero maggiore di persone rispetto al coaching individuale, garantisce un ritorno elevato ad un costo ridotto.

Contattami per definire un percorso personalizzato di Team Coaching nella tua azienda!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.